Progetti: Edilizia e Urbanistica

Nuovo ponte sul torrente Parma


Intervento di riqualificazione urbanistica nel comune di Parma

L'intervento in progetto, in ambito cittadino, si pone come elemento nevralgico di connessione tra le due zone di riqualificazione urbanistica dell'area della Stazione (STU Stazione) e del comparto di Via Piacenza, sul quale andrà localizzata la nuova sede dell'Authority Alimentare (EFSA).

  • Committente:Comune di Parma
  • Località:Parma
  • Tipo di servizio:Progetto Preliminare; Studio di Impatto Ambientale
  • Periodo:2005 - 2006
  • Importo lavori:€ 52.640.000

La localizzazione e la geometria complessiva del nuovo ponte e delle opere ad esso connesse, individuate all'interno dello Studio di fattibilità realizzato dall'arch. Bohigas dello Studio MBM, sono state studiate con l'obiettivo di definire il nuovo assetto viario dell'area.

Il nuovo ponte si sviluppa lungo un asse tracciato su un arco di cerchio attraverso cui si congiungono gli assi viari della via Brennero (lato est – Stazione) e della via Reggio (lato Ovest – comparto Viale Piacenza EFSA).
Gli elementi di connessione tra l'asse del ponte e la rete viabilistica sono costituiti da due rotatorie collocate in corrispondenza di via Reggio e Via Brennero/Europa.
A completamento della riorganizzazione viaria e per garantire l'accessibilità al comparto di Viale Piacenza, è prevista la realizzazione di un sottopasso del rilevato ferroviario che si sviluppa a partire dalla rotatoria di via Reggio in direzione della nuova sede dell'Authority.

Dal punto di vista delle funzioni accessorie al nuovo assetto viario e urbano determinato dal ponte, l'intervento è integrato dalla presenza di due parcheggi interrati posti in corrispondenza delle due rotatorie di via Reggio e via Brennero/Europa e da una serie di sei edifici collocati sulla piattaforma dello stesso ponte con altezze variabili dai due ai quattro piani e funzioni di tipo terziario e un edificio collocato sul lato di via Reggio con 14 piani di altezza e con funzioni di tipo ricettivo.

L'impianto generale prevede inoltre un sistema di accessibilità e percorsi di tipo pedonale oltre ad interventi a verde e di arredo urbano.