'/>
Strade e autostrade

Bypass stradale a Doha

Nuova viabilità nelle vicinanze della capitale del Qatar
Committente Torno Internazionale S.p.A.
Tipo di servizio Studio di Fattibilità
Località QATAR
Periodo 2009
Importo lavori € 3.054.051.000

L'approccio seguito dallo studio di fattibilità per il bypass stradale di Doha ha l'obiettivo di integrare la costruzione di un tunnel autostradale con la memoria urbana di una delle città che guidano la crescita e lo sviluppo del Qatar.

Il progetto in questione deve soddisfare due importanti requisiti: cercare di alleggerire i flussi di traffico veicolare (particolarmente intensi in una delle zone più caratteristiche di Doha, denominate Corniche) e inserire all'interno di una cornice così suggestiva la presenza di una infrastruttura strategica per i futuri scenari urbani.

Continua
In primo piano
Tratto n°1
1

Lunghezza 6 km con 4 corsie per senso di marcia in 4 canne parallele.

Tratto n°2
2

Lunghezza 4 km con 2 corsie per senso di marcia in 2 canne parallele.

Tratto n°3
3

Lunghezza 2 km con 2 corsie per senso di marcia in 2 canne parallele.

Assi stradali
4

n.3 tratti stradali separati realizzati con TBM.

Isola artificiale
5

Posizionata sullo snodo, con annesso polo turistico.

Lo studio di fattibilità offre l'opportunità di vagliare diverse modalità di intervento, attraverso l'analisi di diverse proposte progettuali, passando attraverso l'osservazione della città e del suo contesto. In questa valutazione hanno avuto particolare rilevanza la morfologia cittadina, il particolare skyline che si scorge dal lungo mare, dal quale svettano edifici pubblici e il profilo internazionale della città di Doha, da sempre simbolo di progresso e modernità.

Il progetto prevede la realizzazione di tre tratti stradali in sotterraneo realizzati con TMB a fronte pressurizzato: il primo tratto (di 6 km) si compone di 4 corsie per senso di marcia organizzate in 4 canne parallele, mentre i restanti (rispettivamente 4 km e 2 km) sono formati da 2 corsie per senso di marcia disposte su 2 canne parallele.

È inoltre prevista la realizzazione di un'isola artificiale in corrispondenza dello snodo per consentire la ventilazione dei tunnel e la creazione di un polo turistico esclusivo.