Progetti: Strade e Autostrade

Rho-Monza


Viabilità di adduzione al sistema autostradale A8-A52

Il potenziamento di una parte dell'attuale tracciato della S.P.46 "Rho-Monza" intende garantire un'adeguata risposta alla domanda di mobilità generata dal territorio a Nord di Milano e di fatto penalizzata dall'elevato congestionamento dell'autostrada A4 e dalla mancanza di un adeguato collegamento alternativo in direzione Est-Ovest.

  • Committente:Milano Serravalle Milano Tangenziali S.p.A.
  • Località:Provincia di Milano
  • Tipo di servizio:Progetto Preliminare; Studio di Impatto Ambientale
  • Periodo:2008
  • Importo lavori:€ 221.833.000

L'intervento infrastrutturale si sviluppa per circa 9 km con andamento prevalentemente est-ovest nell'area a nord di Milano, andando ad interessare direttamente i territori dei comuni di: Baranzate, Bollate, Cormano, Novate Milanese, Paderno Dugnano.

Il progetto consiste nella riqualificazione/ potenziamento prevalentemente in sede dell'attuale tracciato della SP46 Rho-Monza, per la tratta che si estende tra l'innesto con la ex-SS35 dei Giovi a Paderno Dugnano e quello in corrispondenza della ex-SS233 Varesina a Baranzate. Lungo il tracciato sono previste due tratte in nuova sede: una in variante a nord dell'abitato di Baranzate e l'altra parallela al tratto di ex-SS35 compreso tra gli svincoli con la SP46 stessa e con la A52 Tangenziale Nord di Milano.

Lungo il suo percorso, il tracciato principale interseca una serie di assi stradali di vario livello gerarchico, connettendosi direttamente con alcuni di essi attraverso 5 svincoli a livelli sfalsati
La nuova infrastruttura è progettata secondo la categoria "Autostrada Urbana" (piattaforma a doppia direzione a 2 corsie per senso di marcia), per renderla compatibile con le caratteristiche prestazionali del precedente tratto dell'autostrada A52 "Tangenziale Nord di Milano".
L'intervento prevede, inoltre, la realizzazione di una strada a semplice carreggiata con andamento prevalentemente complanare al tracciato principale, finalizzata a garantire le connessioni di tipo locale per le aree attraversate dall'itinerario di scorrimento.

Le principali opere d'arte che interessano il tracciato in progetto risolvono le problematiche di attraversamento dei corsi d'acqua, delle viabilità esistenti, delle interferenze ferroviarie e degli elementi connessi alla rete idrografica superficiale.

Al di là degli interventi di adeguamento, per i quali le geometrie delle strutture sono vincolate dalle parti esistenti, si è cercato di caratterizzare la progettazione con elementi significativi e curati dal punto di vista architettonico soprattutto negli attraversamenti di grande luce. Spiccano per importanza il ponte ad arco sulla S.S. 35, attraversamento di grande luce (225.0 m totali) in corrispondenza allo svincolo di Paderno Dugnano e la Galleria Fonica, una struttura a telaio tridimensionale trasparente che si sviluppa per 250 metri lineari circa, realizzata allo scopo di contenere l'inquinamento acustico.